Certificazione elettronica BIO

La certificazione elettronica BIO è una risposta alla richiesta di maggior sicurezza sulla circolazione di prodotti biologici all’interno del’Unione Europea.

Questa certificazione elettronica BIO è entrata in vigore dal 19 aprile.

L’esigenza di poter acquistare prodotti biologici sicuri e di qualità è un problema sentito da un numero sempre crescente di consumatori europei.

Questo ha portato molti Stati membri dell’Unione Europea a chiedere sistemi di controllo sicuri ed efficaci.

Sistemi validi per tutti i paesi e per tutti i prodotti che intendono avvalersi del marchio BIO.

È per questo che è stato implementato, su richiesta della Corte dei Conti Europea, il sistema di certificazione elettronica BIO.

Il suo compito sarà quello di monitorare la circolazione e le importazioni dei prodotti biologici all’interno dell’Unione Europea.

Questa procedura garantisce tracciabilità immediata. Rispetto di tutti i requisiti che un prodotto biologico deve avere per potersi fregiare di questo marchio.

In particolare il certificato elettronico BIO fa riferimento al Regolamento UE n. 2016/1842 emanato dalla Commissione il 14 ottobre 2016.

Viene modificato il Regolamento CE n. 1235/2008 riguardante i certificati di ispezione elettronica che accompagnano i prodotti elettronici importati.

Variano anche alcuni aspetti del Regolamento CE n. 889/2008. Regolamento che stabiliva i requisiti necessari per i prodotti biologici trasformati e conservati oltre che le norme per la trasmissione delle informazioni.

Certificazione elettronica BIO per i frutti di bosco surgelati
Certificazione elettronica BIO per i frutti di bosco surgelati

Perché la certificazione elettronica Bio

La certificazione elettronica Bio, oltre ad aver rinforzato e migliorato il sistema di certificazione delle merci biologiche, costituisce sicuramente una buona base per combattere le frodi alimentari che riguardano l’intero settore biologico, ma non solo.

Ne risultano migliorate e sveltite tutte le procedure e le incombenze amministrative che sono a carico degli operatori del comparto.

In più ora è possibile avere un numero di dati più ampio e più sicuro per le indagini e le rilevazioni statistiche.

Per 6 mesi, e quindi fino al 19 aprile, il sistema elettronico e quello cartaceo hanno coesistito per dare il tempo alle aziende di adattarsi alle nuove procedure.

Ora è terminata questa fase transitoria. I prodotti biologici importati all’interno dell’Unione Europea sono coperti esclusivamente dal certificato elettronico.

Diventa quindi indispensabile inserire i certificati di importazione nel sistema elettronico TRACES (Trade Control and Expert System).

I nostri prodotti biologici – funghi surgelati, funghi secchi, frutti di bosco surgelati – rispettano il disciplinare del Ministero della Salute.

Tengono conto anche degli aspetti di una filosofia di vita  a cui noi donne teniamo in modo particolare.

Una scelta  precisa consapevole  per ogni singolo prodotto, dalla raccolta al momento conviviale della cucina.

Certificazione elettronica BIO per lo Smoothie ai frutti rossi
Certificazione elettronica BIO per lo Smoothie ai frutti rossi

Sin dal principio abbiamo aderito alla tracciabilità elettronica BIO, perché pensiamo possa maggiormente tutelare la qualità dei nostri prodotti.

Questa novità è sicuramente un traguardo importante per i consumatori che scelgono di acquistare BIO.

Traguardo anche per tutte le aziende che hanno fatto della produzione biologica una bandiera ideologica di rispetto per la salute e per l’ambiente.

Produttori e distributori Bio vedono ora meglio tutelati i loro sforzi nel creare e vendere merce sicura e di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *